Uil Fpl su ritardo pagamenti produttività e progressioni Regione

"Dopo il ritardo del pagamento della produttività degli anni precedenti, abbiamo più volte sollecitato l’amministrazione regionale a non ripetere gli stessi errori, poiché ciò si ripercuote negativamente sui lavoratori.
La produttività 2015 è stata pagata nel 2017, dopo ben due anni, e con le tribolazioni che tutti i lavoratori vorrebbero che non si ripetano più.
Sembra, però, che l’amministrazione non riesce proprio a fare tesoro degli errori del passato. Infatti, ad oggi, ancora non si sa quando verrà pagata la produttività 2016!! Per questo sollecitiamo l’amministrazione a chiudere quanto prima le procedure per poter pagare le spettanze nelle prossime settimane". Lo dichiara la Uil Fpl in una nota a firma del segretario regionale Antonio Guglielmi, del segretario aziendale Rocco Giorgio, delle Rsu Mario Gifuni, Giuseppe Grisolia, Mario Lorenzino, Giovanni Votta.
"Anche sulle progressioni economiche – prosegue il sindacato di categoria –  c’è ormai un ingiustificabile ritardo, per cui la UIL sollecita l’amministrazione a chiudere subito le procedure per la loro assegnazione.
Ci sono criticità nei meccanismi procedurali che vanno rimossi una volta per tutte, non è possibile che sorgano sempre ostacoli alla linearità ed efficienza nell’attuazione degli accordi presi con i sindacati. Sulle progressioni economiche è stato fatto un buon accordo che deve essere rispettato ma, purtroppo, dobbiamo denunciare ritardi inconcepibili,da parte dell’U.O. del personale dell’ente.
Le strutture ed i dirigenti preposti si attivino per recuperare il tempo perduto".

Bas 05