Oasi di Policoro Riserva Naturale Regionale della Basilicata

L’ Oasi di Policoro, istituita nel 1995, si trova in un Sito d’Importanza Comunitaria e in una Zona di Protezione Speciale  nei Comuni di Policoro e Rotondella (Mt). Purtroppo rappresenta un paradiso naturale quasi perduto nella nostra penisola, uno degli ultimi boschi allagati costieri dell’Italia.

La presenza di questa parte di natura è dovuta al WWF che è riuscito a proteggere dalla speculazione edilizia e dalla caccia 1476 ettari di natura. Lo stesso WWF ha salvato, ancora prima della dell’Oasi di Policoro, l’Oasi Pantano del Pignola nel 1988.

La zona, dedicata a questo piccolo angolo di paradiso, se così vogliamo chiamarlo, si estende per circa 21 ettari nella Riserva Naturale della regione Basilicata. Nasceva con molti più ettari, ma la superficie si è poi ridotta e si sta ancora riducendo a causa degli sfruttamenti antropici e della siccità.

La siccità causa la scomparsa anche di molte specie animali legate al bosco di pianura e la conseguente scomparsa negli anni di un ambiente naturali rarissimo in Italia.

Leggi anche dove soggiornare a Policoro

Cosa troviamo nell’Oasi di Policoro

Nell’Oasi WWF di Policoro si trovano circa 2000 specie di coleotteri, una delle più importanti è la rara Rosalia alpina oltre a :

  • 170 specie di uccelli che vivono nella giungla costiera dell’Oasi del Bosco di Policoro
  • la tartaruga marina che viene curata nel Centro di Recupero per Animali Selvatici dell’Oasi
  • il capovaccaio che vive in una delle rare zone umide dell’Appennino centrale: l’Oasi Pantano di Pignola

In questa Riserva Naturale sono state create delle strutture che curano le tartarughe marine impigliate nelle reti da pesca o che vengono ferite da natanti.

Troviamo uno stagno didattico, il Centro di Educazione Ambientale “Bosco di Policoro” con la presenza di un vero e proprio Pronto Soccorso per gli animali feriti anche dai cacciatori.

Il WWF, grazie alla creazione dei Centri di Educazione Ambientale, insegna l’amore e il rispetto per l’ambiente, con pratica diretta immersi nella natura. Presenti percorsi educativi e formativi con aule verdi, biblioteche, laboratori e attrezzature disponibili. E’ permesso effettuare ricerche sull’ambiente e sulle nuove tecniche di didattica ambientale.

Contatti ed orari dell’Oasi

L’oasi è aperta tutto l’anno, tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00.

Visite guidate per gruppi e scolaresche sono organizzate solo su prenotazione.

Inoltre sono presenti casette in legno con servizi esterni, presso la Foresteria dell’Oasi. Itilizzate per i Campi Avventura o soggiornarvi per studio e motivi turistici. Necessaria la prenotazione visti i pochi posti disponibili.

La natura è uno spettacolo che va preservato quanto più possibile, va conosciuta a fondo per poter coesistere insieme uomo-natura senza privarci di questi ambienti, tanto