Lavoro, siglato rinnovo contrattuale Unionmeccanica Confapi

È stato siglato, nel tardo pomeriggio di ieri, da Unionmeccanica Confapi e i Sindacati di settore Fiom-Cgil, Fim Cisl e Uilm-Uil, l’accordo di rinnovo del Contratto nazionale di lavoro per le piccole e medie imprese dei settori della metalmeccanica e installazione di impianti.
Il Contratto  interessa circa 360mila lavoratori di 34mila piccole e medie imprese del settore, tra cui un centinaio di aziende aderenti a Confapi Matera.
L'ipotesi di accordo prevede una durata quadriennale con un aumento sui minimi a partire dal 1° novembre 2017 e l’erogazione a titolo di “una tantum” di 80 euro nella busta di ottobre 2017. Si prevede anche un versamento alla sanità integrativa pari a 60 euro con decorrenza dal 1° gennaio 2018 nonché la continuità dei versamenti all’ente bilaterale di settore che garantirà ulteriori prestazioni alle aziende e ai lavoratori.
Nel 2018, 2019, 2020 saranno erogati 150 euro come “flexible benefits” mentre sono state adeguate le percentuali di versamento al Fondapi, Fondo di Previdenza integrativa,  fino a un massimo del 2%.
“Abbiamo firmato – sottolinea Gian Piero Cozzo, Presidente Unionmeccanica Confapi – un contratto decisamente competitivo. Siamo stati capaci, anche grazie alla collaborazione delle Organizzazioni Sindacali, di portare avanti una lunga trattativa che ci ha condotto a un ottimo accordo unitario, così come noi di Confapi ci eravamo prefissati fin dall’inizio. Il nostro obiettivo primario – aggiunge Cozzo – è stato sempre quello di tenere insieme gli interessi di aziende e lavoratori, nella convinzione che l’impresa e il lavoro rappresentino il vero luogo della ripartenza per tutto il Paese”.
“All’inizio dell’anno a Matera, insieme a Fiom-Cgil Basilicata, abbiamo costituito l’Organismo Paritetico Regionale dei Metalmeccanici (OPRM), articolazione regionale dell’organismo nazionale OPNM” – dichiara Franco Solimando, Presidente della Sezione Unionmeccanica di Confapi Matera.
“L’organismo, che si inquadra nel più generale EBM – Ente Bilaterale Metalmeccanici -, composto da Unionmeccanica Confapi e Fiom Cgil, svolge compiti in materia di sicurezza sul lavoro, come l’indirizzo e la definizione delle politiche, la gestione delle iniziative, la nomina degli RLST e la tenuta dell’elenco degli RLS, l’elaborazione dei programmi per la formazione, la valutazione delle proposte di normative territoriali, l’interlocuzione con le istituzioni competenti, la promozione di studi in materia”.
“Di recente abbiamo candidato a finanziamento – conclude Solimando – un progetto innovativo per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. Si tratta di un’applicazione informatica destinata ai lavoratori e a tutte le figure della prevenzione del settore metalmeccanico. L’App consentirà un’interrogazione immediata, interattiva e multilingue utile per poter lavorare in sicurezza”.

bas 02